Storia di un parrucchiere che fa la differenza

Questa è la storia di un parrucchiere che fa la differenza.

E ce la facciamo raccontare direttamente dal suo protagonista: Ivan Sganga 38 anni, titolare insieme a Laura Giannini del salone Sganga Hair Designer a Roma.
Ivan è figlio d’arte: suo padre Francesco è il creatore di C.R.A.M. Centro Romano Acconciatori Misti, una scuola che da 30 anni è un punto di riferimento nella città eterna per chi vuole diventare acconciatore. Il suo salone in via Angelo Emo a Roma ha 10 addetti e una storia di ben 25 anni.

Alla prima edizione del corso Specialista Salone, Ivan e Laura sono in prima fila e non si perdono nemmeno una mia sillaba.
Nell’area riservata, lo spazio dedicato all’assistenza dopo il corso, Ivan fa poche domande ma parte subito come un treno ad applicare il sistema.
Lo vedo dalla sua Pagina Facebook: un continuo di recensioni positive da parte dei suoi clienti e una popolarità in continua crescita.
Qual è il segreto del successo di Ivan? Continue reading

Scopri come usare il tuo potere creativo


Il parrucchiere, si sa, è un creativo per eccellenza.
Modella la materia capelli nella forma e nel colore, ed è in grado di trasformare in modo diretto l’immagine delle persone.
Ma hai mai pensato che il potere creativo del parrucchiere si può esprimere anche in forme più inaspettate che non riguardano i capelli?Lavorando ogni giorno con i parrucchieri, io ho potuto constatare che questo loro potere creativo spesso viene usato in modo autodistruttivo.
Ora ti racconto come e perché questo accade, partendo da una serie di paure e pensieri ricorrenti tra i parrucchieri, che potrebbero riguardare anche te Continue reading

Bimbi e mamme dal parrucchiere: come trasformare lo stress in opportunità

bambini-e-parrucchiere
Stai per leggere un articolo un po’ diverso dal solito che parla di mamme, bambini e parrucchieri.

Come sai in questo blog trovi sempre soluzioni per incassare di più e per avere clienti più soddisfatti. Nel corso degli anni ho trattato i problemi più impellenti che riguardano i saloni.

Ma dopo le urgenze, bisogna affinare le armi.

Spesso sono i dettagli che fanno la differenza.

E qui ne esaminerò uno che sembra secondario ma non lo è affatto.
Oggi quindi parliamo di un tipo di clienti che in salone ha sempre fretta: le mamme, in particolar modo le mamme di bambini sotto i 10 anni. Continue reading

Scoperta sensazionale: è nata la linea di prodotti che risolverà i problemi dei saloni

sensazionale Questa è la storia di un parrucchiere che aveva grossi problemi e li ha risolti grazie ad una scoperta incredibile.

Prima di dirti di che si tratta, è bene che tu sappia di che problemi parlo. Magari è anche il tuo caso e questa storia potrebbe esserti utile.

Chissà, forse risolverà anche i tuoi problemi!

Gianni, così si chiama il protagonista della storia, ha un salone da vent’anni, cinque dipendenti e da tre anni ha due problemi che si aggravano sempre più: uno è la sempre minore frequenza dei suoi clienti storici e l’altro è la scarsità di clienti nuovi.

Come potrai immaginare, in questa situazione la sofferenza economica si fa pesante.
Pagare i fornitori, pagare i dipendenti diventa un enorme mal di testa. Pagarsi lo stipendio è diventato impossibile da diversi mesi.

Sembra una situazione senza via di uscita. Continue reading

Storia breve di un artista parrucchiere

parrucchiere-artistaC’era una volta un parrucchiere molto preparato e competente che chiameremo Giorgio,  che aveva un piccolo salone con tre dipendenti: Anna, Luisa e Mario.

Sia ben chiaro, usava solo prodotti fantastici.
Ogni mese dal suo conto corrente uscivano 3500€ al mese di RI.BA. per questi fantastici prodotti. E però erano soldi ben spesi! Perché senza quei prodotti il salone non avrebbe avuto tutti quei clienti.
Senza contare la formazione. Quell’azienda sì che sapeva motivare la squadra!

Questo parrucchiere eccellente sentiva di non avere concorrenti. Chi poteva competere con la qualità del suo servizio? Nessuno.
Problema inesistente per un artista!

Le cose andavano benino: non che Giorgio si arricchisse con il suo salone. Ma riusciva a pagare tutto e tutti, compreso il suo stipendio.

Marketing? Adesso bestemmiamo? Il passaparola è più che sufficiente.

L’arte non si vende, si compra

Cit. Giorgio l’artista.

Poi un bel giorno Continue reading

Condividi
Condividi