I NO che fanno scappare via i clienti dal tuo salone

Condividi questo articolo se ti è piaciuto
i no che fanno scappare via i clienti dal tuo salone

Sicuramente sarà capitato anche a te di dover dire “NO” ad un cliente che ti ha chiesto un lavoro impossibile da eseguire. Talvolta le richieste vanno talmente fuori dalle regole del buon gusto che ci verrebbe voglia di gridare “no! Mi rifiuto di fare una simile porcheria!”

Capisco quanto certi accostamenti di colore o certi tagli siano proprio inadeguati rispetto alla persona che ce li chiede. So che spesso è tecnicamente impossibile riparare danni ai capelli fatti da altri. So che a volte i clienti pretendono il miracolo e che le bacchette magiche per parrucchieri non sono ancora state inventate. Ma cedere all’impulso di dire no senza ulteriori spiegazioni e senza alternative spesso equivale a perdere un cliente. Perché se è vero che nessuno ti può costringere a fare un lavoro che non ti piace, è anche vero che per dire “NO” ci vuole metodo.

Se sei aggiornato su tutte le novità tecniche e stilistiche e se hai a disposizione tutti i trattamenti più richiesti dal mercato hai delle armi in più. In questo modo infatti si riduce per te il ventaglio delle missioni impossibili. Non sei comunque al riparo dal pericolo di un “NO” detto male che farà prendere al tuo cliente la via d’uscita senza fargli varcare la soglia del tuo salone una volta di più.

Quindi come si dice” NO” senza fare danni? Bisogna rispettare queste 3 semplici regole:

Condividi questo articolo se ti è piaciuto