prodotti

Esclusivo: John Santilli racconta i parrucchieri che hanno fatto la storia

parrucchieri
Foto di Gino Bianchini (Gibian)

Una giornata piovosa di fine dicembre, una trattoria di Trastevere, un uomo che ha fatto la storia della coiffure, non solo in Italia, ma in tutto il mondo.
L’intervista che stai per leggere nasce così, da un incontro con Mr John Santilli che mi ha raccontato la sua affascinante storia.
Prima di lasciare la parola a John e alla miniera d’oro dei suoi preziosi insegnamenti, voglio ringraziarlo pubblicamente per il tempo che mi ha dedicato.
Non capita tutti i giorni di parlare con una leggenda e sono onorata del privilegio che mi è stato concesso.
Una persona tanto grande quanto semplice, che nonostante abbia insegnato la sua arte ai più famosi parrucchieri del mondo, non ha mai un atteggiamento altezzoso.
La sua storia è stata di grande ispirazione per me e lo sarà di sicuro anche per te, se saprai coglierne tutte le sfumature.

 

Come è iniziata la tua carriera?

Sono nato in Hammersmith, centro di Londra e un giorno il mio papà mi suggerì di diventare parrucchiere.

Grazie al suo suggerimento andammo all’ufficio di collocamento e mi mandarono in circa  quindici negozi di parrucchieri. Avevo 16 anni e papà mi aiutò accompagnandomi in questi posti. Io entravo e parlavo con loro.
In tanti di questi negozi mi colpì il forte profumo;  il capo di solito era un uomo e molte donne lo assistevano.

Poi arrivammo in un negozio diverso da tutti gli altri.

Vidi che era pieno di gente, ma strapieno!

C’erano tanti uomini che lavoravano lì dentro: una decina di parrucchieri con i loro assistenti, di cui  3-4 che facevano colori (solo colori) e 3-4 che facevano la permanente.

Pensai subito che questo negozio era molto interessante e che mi sarebbe piaciuto lavorarci.

Poi ad un certo punto della nostra visita notai una cosa che mi fece prendere la decisione definitiva: …

Storia di un imprenditore nel settore parrucchieri

parrucchiere
Pensavo di parlare con un parrucchiere, in quella conversazione telefonica dell’estate 2016.

“Mi hanno detto che in Italia sei tu la massima esperta di branding per saloni di parrucchieri. Mi hanno fatto il tuo nome insieme a quello di alcuni famosi guru, dei veri e propri fenomeni. Ma tu ti senti un fenomeno?”

Era serio, non c’era dubbio che si aspettasse una mia risposta, che seguì secca:

“Mi fa piacere che il mio nome stia accanto a nomi così blasonati. Mi spiace deluderti, ma non mi sento né guru né fenomeno, sono solo la persona che per prima in Italia si è specializzata in marketing per parrucchieri. Concentro tutta la mia attività in questo e non in altri settori”.

Questa fu la prima, indimenticabile telefonata con Alessandro Giancristofaro, titolare insieme a Laura Ballarin dei saloni We Trend.
Indimenticabile perché era stato esilarante il fatto che mi avesse sputato in faccia un dubbio che molti hanno e non osano confessare: il dubbio che io sia una che predica dall’alto di un imprecisato piedistallo senza sapere cosa significhi affrontare i veri problemi quotidiani del salone.
A quella prima strana telefonata ne seguirono altre e una collaborazione che dura da quasi un anno.

Dunque riprendiamo il filo del discorso iniziato nell’articolo “Storia di una parrucchiera che mira alle stelle”. La parrucchiera in questione è Laura, la moglie e socia di Alessandro. Per leggere la sua intervista clicca QUI

Ma ora passiamo all’intervista di Alessandro. Leggi solo se non sei un parrucchiere permaloso, perché questo Signore non ha peli sulla lingua quando si tratta di dire ciò che pensa. …

Scoperta sensazionale: è nata la linea di prodotti che risolverà i problemi dei saloni

sensazionale Questa è la storia di un parrucchiere che aveva grossi problemi e li ha risolti grazie ad una scoperta incredibile.

Prima di dirti di che si tratta, è bene che tu sappia di che problemi parlo. Magari è anche il tuo caso e questa storia potrebbe esserti utile.

Chissà, forse risolverà anche i tuoi problemi!

Gianni, così si chiama il protagonista della storia, ha un salone da vent’anni, cinque dipendenti e da tre anni ha due problemi che si aggravano sempre più: uno è la sempre minore frequenza dei suoi clienti storici e l’altro è la scarsità di clienti nuovi.

Come potrai immaginare, in questa situazione la sofferenza economica si fa pesante.
Pagare i fornitori, pagare i dipendenti diventa un enorme mal di testa. Pagarsi lo stipendio è diventato impossibile da diversi mesi.

Sembra una situazione senza via di uscita. …

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti clicca qui INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi